image
Riciclo creativo e sostenibilità. E’ un argomento a cui tengo molto quello del riciclo e della sostenibilità. Il rispetto e l’amore verso l’ambiente in cui viviamo e che ci ha dato tutto. Si parte dalle piccole cose, come buttare le cartacce nel cestino, fino all’attenzione per la raccolta differenziata. Ma c’è un altro gradino ben più grande e affascinante che negli ultimi anni sta iniziando a spopolare: il riciclo creativo! Recuperare vecchi oggetti e dar loro nuova vita è forse il regalo più meraviglioso e creativo che si possa fare all’ambiente. E’ vero, le cose nuove sono più comode perché sono nuove, quelle vecchie invece vanno sistemate, pulite, riparate… ma immaginate quanto fascino in più possano avere! Sono oggetti che si portano dietro una storia, hanno un’anima e, sopratutto, diventeranno unici! In questi ultimi hanno si è fatta sempre più forte l’idea di arredare la mia futura casa tutta con oggetti di recupero a cui mi piacerebbe dare nuova vita. Ho sempre amato i lavori manuali, il legno che è un materiale caldo e vivo, gli oggetti con un’anima… vorrei che la mia futura casa avesse un carattere unico, e soprattutto mi piacerebbe sentirla davvero mia, creata con le mie […] Read More
image
Newspaper Shooting Backstage. Dopo più di un anno ho ripreso in mano un progetto per me molto importante sulla sostenibilità. Si tratta di una serie di ritratti creativi dove i vestiti, l’acconciatura e il make-up, sono realizzati con materiali di recupero che andrebbero riciclati, ma che spesso vengono mescolati nei rifiuti indifferenziati. L’idea è nata quando ancora lavoravo come dipendente in un’azienda dove ho più volte proposto l’idea della raccolta differenziata, cercando di spiegarne l’importanza, ma nessuno ha mai dato la giusta importanza a questo argomento. Tutt’ora in questa azienda non viene fatta la raccolta differenziata (lo so perché il mio studio è proprio al piano superiore) e mi rammarica perché non si rendono conto che, così facendo, stanno solo contribuendo a rendere il mondo un posto peggiore in cui vivere. Non tanto per loro, ma per i loro figli e futuri nipoti. Molte persone non pensano al futuro, vivono il presente egoisticamente senza pensare alle conseguenze del loro comportamento. Ed ecco perché è nato questo progetto dove, facendo il verso alla fotografia fashion, la modella viene vestita con i rifiuti e circondata dagli stessi. Il primo step è stata la plastica che ho raccolto in poco più di un […] Read More
Dead Inside – Human 2.0 è il titolo di questo piccolo progetto realizzato come compito per l’Istituto Italiano di Fotografia che sto frequentando. Il progetto è liberamente ispirato dall’omonima canzone dei Muse tratta dall’album Drones e di questo si parla, di “droni”, di esseri umani 2.0 “prefabbricati”, divisi in serie come se alcuni fossero migliori di altri. Il progetto si spinge poi nell’esplorazione delle pagine del libro di Aldous Huxley “il mondo nuovo”, un libro di fantascienza che teorizza proprio questo: un’umanità fabbricata con determinate caratteristiche date dalla classe di appartenenza, una spersonalizzazione dell’IO in favore di un numero. Per questo le donne di Dead Inside sono senza volto. Il progetto si divide in due parti: la prima parte di “bozzolo”, di abbandono dell’umanità per rinascere come umano 2.0. Una nascita costretta e sofferta, ma che infine si compie. La seconda parte sono una piccola serie di foto di questi esseri umani 2.0. Spersonalizzati, perfetti, non più umani. Sento questo tema molto vicino perché ho l’impressione che la società contemporanea stia andando in questa direzione, seppur metaforicamente parlando. Non mi dilungo oltre e lascio che siano le foto a parlare per me. La fotografia è il linguaggio che ho scelto […] Read More